Vai a sottomenu e altri contenuti

Orchidee

Le orchidee del territorio di Laconi La ricchezza e il notevole pregio in termini di specie delle orchidee spontanee nel territorio del Sarcidano in generale e del Comune di Laconi in particolare, sono noti ai botanici e agli studiosi di tutta Europa.

Le orchidee del territorio di Laconi

La ricchezza e il notevole pregio in termini di specie delle orchidee spontanee nel territorio del Sarcidano in generale e del Comune di Laconi in particolare, sono noti ai botanici e agli studiosi di tutta Europa.

Basta citare alcuni dati per renderci conto dell'importanza che questi territori rivestono:

  • Laconi e dintorni, pur rappresentando meno dell'uno per cento della superficie dell'intero territorio regionale, ospita quasi il 90% della specie orchidologiche presenti nella nostra isola.
  • In questi territori sono state reperite e descritte diverse nuove specie, varietà e ibridi, alcune di queste richiamano concretamente denominazioni del posto (Ophrys ortuabis M.P.Grasso & Lucia Manca - Anacamptis x sarcidani Scrugli et Grasso - Ophrys x laconensis Scrugli et Grasso).
  • Bisogna sottolineare la presenza di specie rarissime reperibili in questi territori e solo in qualche raro caso in pochissimi altri: (Listera ovata (L.) R.Br. - Epipactis palustris (L.) Crantz - Platanthera algeriensis Battandier et trabut - etc.).

Ophrys laconensis - Esempio di orchideaParlare delle nostre orchidee spontanee, della loro bellezza e rarità ci porta a ricordare a tutti l'importanza della loro salvaguardia, a questo proposito ricordiamo che quasi tutte le orchidee spontanee sono a rischio di estinzione. Questo drammatico processo è stato fortemente accelerato in questi ultimi anni da un uso spesso sconsiderato del territorio da parte dell'uomo, dagli incendi che modificano chimicamente e morfologicamente gli habitat, e dall'uso di diserbanti nelle cunette nelle strade statali e provinciali.

Ma il rischio peggiore, è dato dalla consuetudine di estirpare le orchidee e i loro bulbi da parte di improvvisati giardinieri. A questi ultimi vogliamo ricordare che al massimo queste orchidee recise potranno resistere qualche ora e i loro bulbi sottratti al loro habitat naturale potranno sopravvivere se va bene qualche mese ma non avranno nessuna possibilità di riprodursi.

Inoltre, essendo specie protette dalla convenzione C.I.T.E.S. di Washington: (Convention on International Trade of Endangered Species), il Corpo Forestale e Vigilanza Ambientale della Sardegna è tenuto alla loro salvaguardia e protezione con quello che significa per chi viene colto a sottrarle e a distruggere il loro habitat. Il nostro invito è venite a Laconi e nel Sarcidano visitate il nostro territorio, armatevi di macchina fotografica e fate bottino di foto di questi bellissimi fiori fotografati nel loro habitat naturale.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto